venerdì 2 aprile 2021

PRIMAVERA ROSSO ROBOT!


Da venerdì 9 aprile, tutti i venerdì, sul quotidiano il manifesto trovate la mia nuova miniserie "Primavera Rosso Robot". 

Ecco cosa dice il promo: 
Un ingenuo e stoico venditore porta a porta di giornali comunisti finisce per convertire al marxismo l’unica entità del condominio disposta ad ascoltarlo: Alexa, una piccola robot domestica molto ricettiva quando i padroni non sono in casa… Ma sarà davvero una buona idea insegnare ai robot le fondamenta della lotta di classe?
La nuova miniserie di Hurricane in sette puntate settimanali, tra distopia comica, marxismo splatter e tecnologia assassina! Tutti i venerdi dal 9 aprile su il manifesto.








venerdì 26 marzo 2021

mercoledì 10 marzo 2021

La mia copertina per Jacobin!


 Ciao! Sono molto felice di aver disegnato la cover del nuovo numero di Jacobin Italia, intitolato "Recovery Future". Qui qualche anticipazione del numero: https://jacobinitalia.it/rivista/recovery-future/


domenica 17 gennaio 2021

Ricomincia il Corso di Fumetto per Stomaci Forti! 7a edizione!

 


Sono riaperte le iscrizioni per la sessione di inverno e primavera!

 BASTA ANSIA DELLA PAGINA BIANCA! Disegnare non è solo questione di vocazione o tecnica, ma una delle forme più immediate e istintive di comunicazione. Il “Corso di Fumetto per Stomaci Forti” è un corso aperto a tutti: studenti, lavoratori, precari, giovani e meno giovani… da chi non ha mai preso una matita fino a chi vuole provare esperienze grafiche e narrative più estreme. 

EDIZIONE ONLINE interplanetaria!!!! 
per ogni informazione: 

Sono previsti incontri settimanali della durata di 2 ore. 

Si affronteranno diversi temi: Il corso BASE prevede come inventare un personaggio, come inventare una storia, la distorsione dell’anatomia e della prospettiva, il “cadavere squisito” surrealista (la tecnica di racconto a più mani), la sintesi grafica, la satira politica e sociale, la parodia. Oltre alla pratica, sono previste brevi parentesi sui principali autori che hanno stravolto le tecniche di narrazione e disegno: il gruppo di MAD Magazine, Stefano Tamburini e Cannibale, Vincino, Robert Crumb e Zap Comix, Max Capa e la rivista Puzz, Le Dernier Cri solo per citarne alcuni.

AGGIORNAMENTO! NUOVA EDIZIONE SUPER VETERANA APOCALITTICA per chi ha già frequentato le edizioni scorse!













martedì 22 dicembre 2020

Intervista sul manifesto!


Oggi sono stato intervistato da Andrea Voglino su il manifesto a proposito della mia serie "Cronache dal Virus" e del relativo libro uscito per Eris.

Qui l'intervista dal sito:  https://ilmanifesto.it/cronache-dal-virus-un-orrore-tutto-da-ridere/

domenica 1 novembre 2020

La rivista Čapek ha vinto il Premio Beani come "Miglior realtà editoriale del 2020"

 


Super notizia!!! 
La rivista Čapek ha vinto il Premio Beani come  "Miglior realtà editoriale del 2020" a Lucca Comics and Games.

Qui alcuni siti che riportano la notizia: Lucca Comics AwardsRepubblica (che però riporta un errore: non c'è alcun premio in denaro ma solo in gloria), Lo Spazio BiancoFumettologica... E la fonte più autorevole di tutte: il blog dell'amico, socio e complice Simone Lucciola. 

QUI invece c'è la puntata speciale di Wonderland con le premiazioni. 

E qui sotto (e sopra) la presentazione cadaverica squisita realizzata dal sottoscritto con Tommy Gun, Marie Cècile, Sdolz, Rastabbello. Jazz Manciola, Davide Caviglia (Strolippo), Dario Arcidiacono, Luciop e Bicio Fabbri! 










giovedì 1 ottobre 2020

Il nuovo libro di Franco Trincale!

 


Ho disegnato la copertina e scritto la prefazione del nuovo libro del mio caro amico e super complice Franco Trincale, il cantastorie che ha cantato mezzo secolo di cambiamenti sociali e culturali e politici di questo mondo. Ho la fantastica fortuna di conoscerlo e di collaborarci già dalle mie primissime autoproduzioni di quando andavo al liceo, con la fanzine The Artist che poi è diventata "Puck!".

Ora esce con "Pensu, Chiudu l'Occhi e Scrivu", un libro nuovo edito da un altro amico, Marcello Baraghini con la sua casa editrice Strade Bianche, per una collana che assieme abbiamo deciso di chiamare "I Classici di Čapek" . Si tratta di una raccolta di poesie con sue illustrazioni, curate dall'antropologo e cantastorie Mauro Geraci.

Io ho avuto l'onore di disegnarne la copertina e scrivere la prefazione. 

Il libro si può leggere integralmente QUI, e sempre da qui ordinare anche il cartaceo.

Qui invece una recensione da la rivista "Il Cantastorie"  , e più sotto la mia prefazione!


Il Libro dei due Trincali - di Ivan Manuppelli

Franco l’ho conosciuto nel 2002, avevo solo sedici anni e cercavo un grande scoop per la mia prima rivista autoprodotta. Ricordo la volontà di fare un reportage sugli artisti di strada di Milano, una specie di viaggio in una dimensione parallela che mi aveva sempre affascinato: chi erano questi strani personaggi mitologici? Come vivevano? Da dove venivano? Erano domande che mi ossessionavano. E così piano piano ho cercato di conoscerne qualcuno più da vicino e rubarne i segreti: il mimo Primo Samperisi, il pittore catastrofico Filippo Auti, il burattinaio trotskista Adrian Bandirali, il poeta utopista Aldo Monticelli ma soprattutto il cantastorie Franco Trincale.

Era il 2002, il mese non lo ricordo ma l’anno è chiaro e vivido: è stato quello in cui Franco era sulle pagine di tutti i giornali perché gli avvocati di Berlusconi, che allora era al governo ed era in ballo con il processo SME, sostenevano che le ballate di Trincale avessero il potere straordinario e pericoloso di deviare le coscienze della gente, e dei magistrati, rendendo Milano una città troppo di parte per la fatidica sentenza.

Che cosa potevo trovare di meglio, per il mio primo grande scoop?

Dopo quell’intervista io e Franco siamo subito diventati amici. Lui ha accettato di diventare un collaboratore fisso della mia piccola rivista, scrivendo per tutti i numeri una rubrica di riflessioni e ballate chiamata “L’Angolo del Cantastorie”, ed io ho avuto l’onore di disegnargli due cartelloni per i suoi concerti in piazza, entrambi contro l’allora sindaco Gabriele Albertini che gli aveva impedito di suonare con una ordinanza ad hoc. Poi abbiamo anche scritto assieme una canzone, “Crimen”, con l’amico comune Om Sharan Salafia alle musiche e Francesca Tuzzi alle seconde voci. E più o meno ci siamo tenuti in contatto fino ad oggi, anche durante i drammatici mesi di pandemia, collaborando assieme alla rivista online “Pandemikon” per cui Franco ha tenuto un podcast di riflessioni e ballate.


Mi piace ricordare tra queste sue nuove creazioni una canzone in particolare, “La Cina è vicina”, che mi ha tenuto compagnia in quegli strani giorni solitari e apocalittici. E tuttora mi sorprende come una grande voce del Novecento come lui sia ancora in grado di raccontare l’immediato presente, anche quello più assurdo e distopico, con lo stesso spirito tagliente e provocatorio.

Comunque, a parte questi bei ricordi, e a costo di sembrare banale, ci tengo a dire che la cosa che più mi piace di Franco è la sua assoluta libertà, la sua posizione di totale autonomia: né coi poteri forti e né con una sinistra spesso artisticamente omologata, che con le voci più anarchiche e difficili a volte sa essere molto più elitaria e subdola dei nemici dichiarati. È sempre in questa terra di mezzo che io trovo i miei artisti preferiti, quelli autentici e irreplicabili e totalmente imprevedibili.

E poi c’è il Trincale parallelo, il gemello meno noto, il disegnatore che da sempre accompagna il Trincale più famoso che intrattiene le piazze e che tutti ricordano. Ma se ci pensate bene ogni esibizione del cantastorie è sempre stata doppia, il frutto di due Trincali diversi: quello esuberante che scrive e canta le canzoni e quello silenzioso che progetta il cartellone alle sue spalle. E spero che questo libro, che è la prima raccolta in assoluto delle sue illustrazioni (più intimiste e criptiche), restituisca un poco di giustizia anche al gemello più sconosciuto.

Perché Franco è anche un fantastico disegnatore, un autore satirico mancato, come dimostrano i cartelloni che lui stesso ha disegnato o che ha pensato assieme al pittore Boris Dimitrov. E non penso di dire nulla di nuovo affermando che il mestiere del fumettista e quello del cantastorie siano l’uno la prosecuzione dell’altro: in entrambi i casi ci sono le vignette, la capacità di sintesi, l’intrattenimento popolare con vecchi trucchi del mestiere, e la provocazione di pancia e di cervello che può scatenare cortocircuiti inaspettati e potentissimi. 

mercoledì 9 settembre 2020

Corso di Fumetto per Stomaci Forti! 7a edizione!


 BASTA ANSIA DELLA PAGINA BIANCA! Disegnare non è solo questione di vocazione o tecnica, ma una delle forme più immediate e istintive di comunicazione. Il “Corso di Fumetto per Stomaci Forti” è un corso aperto a tutti: studenti, lavoratori, precari, giovani e meno giovani… da chi non ha mai preso una matita fino a chi vuole provare esperienze grafiche e narrative più estreme. 

EDIZIONE ONLINE interplanetaria!!!! 
per ogni informazione: 

Sono previsti incontri settimanali della durata di 2 ore. 

Si affronteranno diversi temi: Il corso BASE prevede come inventare un personaggio, come inventare una storia, la distorsione dell’anatomia e della prospettiva, il “cadavere squisito” surrealista (la tecnica di racconto a più mani), la sintesi grafica, la satira politica e sociale, la parodia. Oltre alla pratica, sono previste brevi parentesi sui principali autori che hanno stravolto le tecniche di narrazione e disegno: il gruppo di MAD Magazine, Stefano Tamburini e Cannibale, Vincino, Robert Crumb e Zap Comix, Max Capa e la rivista Puzz, Le Dernier Cri solo per citarne alcuni.

AGGIORNAMENTO! NUOVA EDIZIONE SUPER VETERANA APOCALITTICA per chi ha già frequentato le edizioni scorse!

lunedì 31 agosto 2020

CRONACHE DAL VIRUS! Il libro!

Ciao! Notizia ufficiale: Eris Edizioni pubblicherà la raccolta completa delle strisce "Cronache dal Virus" apparse durante il lockdown tutti i giorni sul quotidiano il manifesto.

Al momento il libro è in pre-order e si può accattare a questo indirizzo: https://www.erisedizioni.org/prodotto/cronache-dal-virus-hurricane-ivan/

Il volume, che contiene anche molti inediti realizzati apposta, è impreziosito da una prefazione di Matteo Bartocci, direttore editoriale de il manifesto, e da una postfazione del noto virologo e scienziato Guido Silvestri

Scrive Eris: Dal 26 febbraio al 17 maggio 2020, per tutti gli 82 giorni di quarantena, Hurricane, fumettista che può vantare collaborazioni con le principali riviste di fumetto italiane e internazionali (da Linus a Mad Magazine) ha disegnato una striscia al giorno per il Manifesto. È stato l’unico caso in Italia di un fumettista che, tramite le pagine di un quotidiano, ha raccontato giorno per giorno l’angoscia e il grottesco di un momento storico che non dimenticheremo tanto facilmente. Con la sua satira spietata, Hurricane ci ha tenuto compagnia trasformando in fumetti le nostre paure, l’impotenza e le isterie di massa di quei giorni lunghissimi.

In questo volume sono raccolte tutte le strisce della serie con nuovi materiali inediti: una testimonianza storica arricchita dalla prefazione di Matteo Bartocci, direttore editoriale de ilManifesto, e dalla postfazione di Guido Silvestri, patologo, immunologo, virologo e divulgatore scientifico



venerdì 24 luglio 2020

Missione Compiuta! Čapek #2 è nato! Doppio parto gemellare!



Sono appena tornato da Pitigliano, dove abbiamo ritirato il nuovo numero di Čapek: è un doppio parto gemellare, bellissimo, scritto e disegnato da personaggi incredibili.
Queste alcune foto del report
Il numero è ordinabile qui 
Alcune anteprime invece sono qui

le copertine di Bruno Nadalin e Francesca Ghermandi

Pitigliano, la città natale
 
  

riunione di redazione disegnata. Da sinistra: Claudio Scaia, Rastabbello (la Pompa), Marie Cécile, Nicola Feninno, Tommy Gun, Marcello Baraghini, Francesca Kanzi, Hurricane, Venanzio.