sabato 30 aprile 2016

AFA. 6-8 Maggio 2016 - Leoncavallo

La mia locandina per AFA
Tre giorni di fumetti indipendenti, editoria clandestina e fanzine
 6-7-8 Maggio 2016
Leoncavallo, via Watteau 7
Milano
 A più di 10 anni di distanza dal leggendario HIU (l’Happening Internazionale Underground che con la partecipazione di oltre 1000 artisti italiani e internazionali ha raccontato la storia e le novità delle arti underground. proponendo anche numerose novità editoriali ed artistiche, dal 1996 al 2003), il Leoncavallo ospita un nuovo evento dedicato al fumetto sotterraneo più sanguigno. Una vetrina delle più interessanti realtà italiane dell’editoria a fumetti clandestina del presente, del passato e del futuro. Tre giorni di incontro a tu per tu con i protagonisti della scena con incontri, workshop (di serigrafia, collage, rilegatura) e concerti.
Tra gli appuntamenti più attesi un incontro dedicato a Stefano Tamburini (con Vincenzo Sparagna, Vincino, Matteo Guarnaccia Johnny Grieco dei Dirty Actions), la collettiva dello Shok Studio e la mostra “Storia dell’Editoria Italiana dal 2020 in poi”, una galleria di copertine del futuro inventate per l’occasione da alcuni dei protagonisti della stampa alternativa dagli anni ’70 ad oggi. La mostra dà vita anche a una pubblicazione omonima, presentata e distribuita per tutti e tre i giorni del festival.

PROGRAMMA
Alle 18.00 di venerdì 6 maggio AFA festival inizia con l’inaugurazione della mostra  "Storia dell'Editoria Italiana dal 2020 in poi": Cosa leggerete dopo il prossimo golpe editoriale del 2020. 50 copertine del futuro concepite da: Massimo Giacon, Adriano Carnevali, Squaz, Max Capa, Vittore Baroni, Giacomo Spazio, Vincino, Elena Rapa, Stefano Zattera, Dast, Dario Arcidiacono, Dorian X, Valerio Bindi, Bambi Kramer, Aspirina, Nicola Alessandrini, GGT, Maurizio Ercole, Simone Lucciola, King Pritt, Infidel, Davide Aprea, Officina Infernale, Gianluca Costantini, Vincenzo Sparagna, Paolo di Orazio, Rastabbello, Cranico, Enzo Jannuzzi, Hurricane, Ruggero Asnago, Akab, Marco Tonus e molti altri. Prefazione di Sergio Ponchione.
 Per tutti la durata del festival viene allestita anche la collettiva Shok Studio!, mostra con AkaB, Tatjana, Alberto Ponticelli, Michele Salvador, Giovanni Di Modica. Dopo tanti anni di nuovo assieme gli animatori del leggendario Shok Studio che con pubblicazioni come Egon, Ragno e Morgue rivoluzionò il modo di concepire fumetti nei tardi anni ’90. Dal rifiuto delle case editrici italiane all’autoproduzione fino a conquistare gli Stati Uniti e la Dark Horse.
 Nei tre giorni del festival, oltre a un salone dove viene organizzata una mostra-mercato con oltre sessanta tra autori e collettivi, vi sono laboratori di collage (tenuto dal collettivo Oltre Collage), rilegatura (con Libri Finti Clandestini) e Serigrafia (con Serileo e Perpetua). Ogni sera hanno luogo incontri con interventi di esponenti dell’editoria indipendente passata e presente, suddivisi in tre argomenti:
 Si comincia venerdi 6 maggio con Fumetti proibiti: Horror, porno, omicidi e psychopatia
Incontro con Jorge Vacca (Topolin Edizioni),  Paolo Bacilieri (Super Maso Attitude) , Paolo di Orazio (direttore e fondatore della rivista  Splatter) ed Enzo Jannuzzi (Le 11000 verghe)
 Si continua sabato 8 maggio con L’eredità di Stefano Tamburini Un ricordo-incontro nel trentennale della scomparsa di una delle menti più geniali dell’editoria italiana, prolifico creatore di riviste (Cannibale e Frigidaire su tutte) e sperimentatore di nuovi linguaggi grafici e narrativi: dal ready made di Snake Agent, alle recensioni di Red Vinyle fino ad arrivare alla sua creatura più celebre, il coatto cibernetico Ranxerox creato in coppia con Tanino Liberatore. Partecipano all’incontro: Vincenzo Sparagna(Frigidaire), Vincino (Il male, Cuore, Linus), Matteo Guarnaccia (Insekten Sekte), Johnny Grieco (Le Silure D'Europe). Modera Massimo Giacon.
 Lultimo giorno invece con Fanzine e Fanzinoteche conosciamo i luoghi e le persone che raccolgono e preservano il mondo delle autoproduzioni, con: Gianluca Umiliacchi (fanzinoteca.it), Paolo Cabrini, Valeria La Pipette Noir e la sua fanzinoteca itinerante.
 Ricca anche la programmazione musicale, che nelle prime due serate vede suonare gruppi di vario genere dalla scena punk, hardcore e psichedelica, da Milano, Genova, Verona, Pesaro e non solo,  con diversi esponenti del mondo del fumetto tra i loro musicisti e legati a doppio filo col mondo delle autoproduzioni.
Suonano: Minnie’s (da più di venti anni in giro per l’Europa, hanno suonato con Strung Out e Satanic Surfers), RFT (vent’anni di hardcore sulla scia dei Negazione, hanno suonato con Raised Fist, Frontiera, Fine before you came), Soulfingers (che coi loro ritmi soul animano le serate del Biko e dei bar africani a Milano), The Scientifics, HARTAL!, Lantern, Le Velenoiser, TonyLight e altri ospiti a sorpresa.

giovedì 18 febbraio 2016

Silly Shocking Stories #1

Ci siamo! In vendita sugli scaffali di Chicago Comics e per tutto il circuito americano la mia prima serie di storie brevi "ai confini della realtà". Silly Shocking Stories vol.1. Pochi dollari, poche pagine, tantissima violenza. Prefazione di Onsmith, uno dei più grandi disegnatori di Chicago e del mondo.
On sale NOW at Chicago Comics : Silly Shocking Stories! A new zine by Hurricane Ivan . Prefacion by Onsmith. Seek it in Chicago! 3244 N Clark St, Chicago, IL 60657 Chicago

giovedì 11 febbraio 2016

Il Gioco dell'Oca di Sanremo

Eccolo! Sul nuovo numero di LINUS.
Gioca anche tu ...e DISTRUGGI SANREMO! Scegli uno dei 6 concorrenti e parti all'assalto dell'Ariston. Se prendi la casella Masini perdi. Con il Volo paghi 5 euri, non inclusi nel gioco.



martedì 10 novembre 2015

Inferno Domestico


Dal 19 al 22 novembre
Spazio Nosadella.due
Via Nosadella 2, Bologna
in occasione di

INFERNO DOMESTICO
personale di Hurricane
 ---------------------------------------------------------------------------------------
 LA RIVINCITA DI PINCO PANCO
introduzione di Ivan Cenzi (Bizzarro Bazar)

CASA, s.f. Edificio cavo eretto come abitazione per l'uomo,
il ratto, il topo, lo scarafaggio, la blatta, la mosca, 
la zanzara, la pulce, il bacillo e il microbo.
(Ambrose Bierce, Il Dizionario del Diavolo, 1911)

Ovunque appoggerò la testa, amici
Quella sarà casa mia.
(Tom Waits)

La casa, nata come rifugio e tana del mammifero-uomo, da tempo ha trasceso questa sua funzione basilare. La casa è un'estensione concreta del fisico e della mente di chi la abita, prolungamento psichico nell'impulso di riorganizzazione del mondo, barriera contro il caos. In casa, tutto ha un senso, un'economia, un motivo. Nella casa, tutto è rassicurante, ci rincuora – sì, ogni cosa è al suo posto. Non come là fuori.

La casa è una bolla. È la nostra personale capsula all'interno della grande Astronave Terra che sfreccia nel vuoto, il cui suolo è stato parcellizzato dagli esseri umani in infinite sub-unità abitative.
La casa delimita i confini della nostra vita, della cosiddetta privacy, è il luogo sacro e inviolabile in cui siamo noi a decidere a chi è concesso o non è concesso entrare. La casa è un filtro.

Nella solitudine della casa, in grado di tenere lontani gli estranei (“l'enfer, c'est les autres”), possiamo andarcene in giro nudi come prima che ci fosse inculcata qualsiasi vergogna, come prima della società. Non ci è proibita alcuna bassezza, né alcuna ascensione mistica, svanisce il timore di venire giudicati.

E poi. La casa deve essere anche funzionale, come uno strumento. Efficiente nel liberarci dalle fatiche superflue. Ipertecnologica, con i suoi utensili robotizzati e le macchine che lavano, cuociono, asciugano, sterilizzano, regolandosi e programmandosi da sé. La casa lavora per noi. Ci solleva dagli ammennicoli quotidiani, di modo che noi possiamo dedicarci a ben più solenni imperativi...

La casa è una protesi; ma non ci si può illudere di usare una protesi senza che essa ci cambi, che rivoluzioni i limiti della nostra identità. Il cieco si orienta e sente la strada con la punta del bastone: dove finisce l'uno e inizia l'altro, resta un mistero.

Di (con)fusioni tra organico e meccanico, fisiologico e tecnologico, sapeva qualcosa J. G. Ballard, secondo il quale dimensione interna ed esterna non sono mai separate ma anzi si compenetrano senza soluzione di continuità. Nel suo racconto L'enorme spazio (1989), l'abitazione del protagonista si curva e si allunga fino a raggiungere distanze siderali, tanto che per passare dalla cucina al salotto ci vorrebbero secoli di cammino. Siamo sicuri di essere dentro la casa? O la casa sta dentro di noi? Abitiamo o siamo abitati?

In fondo, forse, la casa dovrebbe semplicemente proteggerci, ma ha fallito. Ciò che è là fuori – la violenza, la disumanizzazione, la psicopatologia, la miseria umana – ha finito o finirà per fare irruzione fra queste fragili quattro mura. Non basteranno le porte blindate e i sistemi di sorveglianza per impedire che l'assurdo del cosmo faccia irruzione nel nostro baluardo, nel nostro bozzolo privato. L'assurdo è Pinco Panco che si ostina a incendiare la Casetta in Canadà, mentre il solerte Martino della canzone lavora sodo per ristabilire il decoro piccolo borghese, ricostruendo infinite abitazioni.

È una lotta contro i mulini a vento, sembrano suggerire i quadri apocalittici e gioiosamente sovversivi di Hurricane: la casa forse non è mai veramente esistita, è soltanto un'illusione, miope e meschina, che prima o poi si ritorcerà contro chi vi ha visto un ideale di vita, un'oasi finale – giardino all'inglese e bianco steccato inclusi.

Perché le piaghe d'Egitto, in realtà, non sono nulla di miracoloso o eccezionale.
Sono ovunque, in ogni luogo e in ogni tempo.
Sono la vita, che si fa strada.

Ivan Cenzi 

domenica 8 novembre 2015

Super Eroi

  
 Sono di nuovo su Linus! Numero 606, con una carrellata di supereroi fallimentari. Testi di Spinoza.it, lo Sgargabonzi e molti altri.


 
 
 


mercoledì 7 ottobre 2015

Il Nuovo Leader della Sinistra!

Stupendo! Sono sul nuovo numero di Linus!
Mi hanno chiesto di disegnare il nuovo leader della sinistra, assieme a Mp5, Vincino, Staino,Squaz...
E tra i lettori vincitori del concorso, due usciti dal "Corso per Stomaci Forti": Marta Boffini e Popo!

Corso di Fumetto per Stomaci Forti - 2a Edizione!

Riprende il Corso di Fumetto per Stomaci Forti!
Seconda Edizione, più spietata che mai!

Per informazioni su giorni e orari:  
stomaciforti(at)gmail.com
oppure contattate la pagina


Corso di Fumetto per Stomaci Forti! 2a Edizione!

Laboratorio psicoattivo per aspiranti disegnatori, scrittori, rivoluzionari e falsi profeti. Basta ansia della pagina bianca! Disegnare non è solo una questione di vocazione o di tecnica, ma una delle forme più immediate e istintive di comunicazione.
Il “Corso di Fumetto per Stomaci Forti!” è un corso aperto a tutti, dal completo neofita che non ha mai preso in mano una matita fino a tutti quelli che  vogliono provare esperienze grafiche e narrative più estreme.

Sono previsti incontri settimanali della durata di 2 ore.
Si affronteranno diversi temi: come inventare un personaggio, come inventare una storia, la distorsione dell’anatomia e della prospettiva, il “cadavere squisito” surrealista (la tecnica di racconto a più mani), la sintesi grafica, la satira politica e sociale, la parodia.
Oltre alla pratica, sono previste brevi parentesi sui principali autori che hanno stravolto le tecniche di narrazione e disegno: il gruppo di MAD Magazine, Stefano Tamburini e Cannibale, Vincino, Robert Crumb e Zap Comix, Max Capa, Le Dernier Cri solo per citarne alcuni.
Tiene il corso l’autore Hurricane Ivan, direttore della rivista underground “Puck!” (che ha portato in Italia gran parte della scena underground americana e inglese: Hunt Emerson, Jay Kinney, Bill Griffith, Mike Diana e moltissimi altri) e disegnatore per Frigidaire, Il Male di Vauro & VincinoSplatterL’AntitempoBarricateZero.
www.hurricaneivan.net

mercoledì 23 settembre 2015

LEP LOOP



Domenica 27 settembre a Macao  -Festival INEDITO - Atelier Popolare

Viale Molise 68 Milano
dalle 19.00 

ELECTRONIX/COMIX
Mostra+ concerto + viaggi cosmici
Hurricane + Tonylight con la benedizione di Ruggge  e del Laboratorio di Elettronica Popolare.
presentano
LEP LOOP , vita morte e miracoli di una stella 3.0
Prima assoluta del terzo capitolo della mia deriva editoriale iniziata con Manuale di Anatomia Spiccia e Almanacco dei Cuori Solitari.

A seguire performance collettiva e partecipata di noise sinth a cura di Tonylight.

www.hurricaneivan.net

   


martedì 22 settembre 2015

Mad Max Fury Draw!



Tavola per la mostra "Mad Max Fury Draw" curata da Stefano Zattera, Giacomo Brunoro e Officina Infernale in occasione del festival Sugar Pulp

Inaugurazione venerdì 25 settembre

ore 18.00, Sottopasso della Stua (Padova)

Mostra a cura di Stefano Zattera, Officina Infernale e Giacomo Brunoro.
Mad Max Fury Draw, scorci dalle terre perdute, è il titolo della grande-mostra evento realizzata in occasione della SUGARCON15.
Alcuni dei disegnatori italiani più talentuosi (oltre a una guest star internazionale), hanno reso omaggio all’immaginario di Mad Max, la geniale creazione di George Miller che è tornata nei cinema di tutto il mondo quest’anno con l’acclamato Mad Max Fury Road.
L’inaugurazione ufficiale della mostra si terrà a Padova venerdì 25 settembre alle 18.00 presso il Sottopasso della Stua durante la quinta edizione della Sugarcon, la Sugarpulp convention.
Sarà possibile acquistare il catalogo completo della mostra e anche alcune copie numerate di ogni illustrazione. Il ricavato della vendita degli albi e delle stampe andrà in beneficenza ad Emergency, associazione che da anni si impegna per portare soccorso nelle “Terre perdute”.
La mostra resterà aperta poi fino al 15 ottobre e sarà visitabile nei seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 18:00, salvo aperture speciali che verranno specificate di volta in volta.


giovedì 30 luglio 2015

Compiano!


Il Bazar delle meraviglie di Puck. Apertura ufficiale: 1 agosto. Chiusura per debiti già il giorno dopo! Dove? a Compiano , vicino a Parma, in occasione del festival  Compiano In Festa. Vi aspetto!