sabato 13 febbraio 2010

Frigidaire in mostra!

Bentornati. Ieri è stato un gran concerto, non suonavamo così bene da tempo.
In compenso a fine serata quell'alcolizzato del mio tastierista è passato con la jeep sul mio basso (puttanaeva!) e gli inquilini di fronte hanno chiamato i vigili per i volumi troppo alti.
Ma d'altronde in questa città del cazzo non ci può più suonare neanche Bruce Springsteen, non mi dovrei lamentare.

Comunque, chiusa la parentesi catastrofico-musicale.
Oggi inaugura a Perugia la prima grande mostra di Frigidaire. Ci sono esposte anche alcune cose mie assieme a mostri sacri come Andrea Pazienza, Stefano Tamburini, Jose Munoz, Giorgio Franzaroli, Giuseppe Palumbo...
Ho spedito a Vincenzo un po' di miei lavori, non so quali saranno esposti. Credo le storie "Il giorno in cui Borghezio divenne negro" e "Aztrokitifk & Mario uccidono Berlusconi".

Ecco qui sotto il comunicato ufficiale:

"Frigolandia. Passato e Futuro dell'Arte Maivista" è una prima organica Mostra dell'Arte Maivista, ovvero della originale esperienza artistica nata alla fine degli anni '70 con le riviste Il Male e Cannibale, raccolta e promossa a partire dal 1980 dalla rivista Frigidaire e tuttora viva e operante nell'ultima invenzione frigideriana: la Repubblica di Frigolandia, Museo/laboratorio dell'Arte Maivista, che ha sede nel comune di Giano dell'Umbria.Per quanto riguarda la definizione di "Arte Maivista" essa fu inventata nel 1985 da Vincenzo Sparagna e Andrea Pazienza, fondatori dell'omonimo movimento artistico, per sua natura ironico, reale e irreale al tempo stesso. L'Arte Maivista è infatti più che una teoria un'idea beffarda e decisamente poco seria, ma proprio per questo adatta ad indicare un modello di arte "altra", né alta, né bassa, in fuga dagli schemi accademici e di mercato, imprevedibile e quindi ovviamente imprevista, assolutamente d'élite, ma anche profondamente popolare.
La mostra sarà inaugurata nella Sala della ex Chiesa della Misericordia di Perugia sabato 13 febbraio alle ore 16 e resterà aperta fino a domenica 28 febbraio.
L'ingresso sarà libero e l'orario di apertura sarà ogni giorno dalle 11 del mattino fino alle 19.

La Mostra è una ampia (in gran parte inedita) esposizione di stampe e tavole originali prodotte dai tanti autori vecchi e nuovi di Frigidaire dal 1980 ad oggi. Tra le rarità poster, riproduzioni d'epoca, istallazioni lignee. Schede di lettura permetteranno di collocare meglio le opere esposte nel loro contesto storico, editoriale e culturale. Gli autori in esposizione: Andrea Pazienza, Vincenzo Sparagna, Stefano Tamburini, Franz Ecke, Cristoforo Sparagna, Filippo Scozzari, Massimo Mattioli, Tanino Liberatore, Pablo Echaurren, Ugo Delucchi, Giuseppe Palumbo, Fabrizio Fabbri, Andrea Renzini, Giorgio Franzaroli, Josè Munoz, Diamantis Aidinis, Giorgio Carpinteri, Vincino, Roberto Perini, Marcello Jori, Giuseppe Teobaldelli, Alberto Ruggieri, Gianni Cossu, nonché i giovani Alessandra Sawicki, Maila Navarra, Ivan Manuppelli (Hurricane), Giacomo Schinco, Saverio Montella. Verrà esposto in anteprima anche lo speciale Portfolio realizzato da alcuni cittadini frigolandesi su testi della giovane poetessa Manco e tavole di autori classici e nuovissimi. In sala anche una piccola scelta di oggetti lignei realizzati a Frigolandia da Luciano Biscarini.

4 commenti:

NEVERENDING NONSENSE ha detto...

AAAAAAHHHHHHHHHHHHHH quindi la tua immancabile chiamata notturna (ero salita in montagna a sciare, x cui nanna presto)era dovuta all'ubriacatura che ti sei procurato causa lutto basso, e non al fatto che non ti fosse chiaro qualcosa della frase "non sentiamoci +":D

Anonimo ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=3khTntOxX-k

Vigdìs ha detto...

Salve Signor Hurricane Ivan. Mi permetto di segnalare un'interessante iniziativa editoriale a tutti gli affezionati del suo blog. Un saluto.
Vigdìs

Il comitato nazionale della salvaguardia del Pollo mastollinico del Val Sesia, con la collaborazione della Cassa di Risparmio di Castelnuovo Bormida è orgogliosa di annunciare l'uscita del seguente volume:

FRA ALTERNANZE DI RIBOSOMI E CAVI ANALOGICI PER LA SEGNALAZIONE MULTIMEDIALE.
STUDI IN MEMORIA DI GOFFREDO SWINEHEARD. Manduzio editore, Mestre, 2010. (nelle librerie specializzate dal 27/02/2010)

INDICE

Introduzione.Ricordo di Goffredo di ANITA SWINEHEARD pag.III-XXXIII

Raffaella Carrà e i suoi fagioli. Il ruolo della coltura dei legumi nella televisione italiana degli anni '80 e '90, di ADALBERTO ERMINONI (Università Guglielmo Marconi di Colombo, Sri Lanka)pag.1-178

"Quel criceto risulta di estremo interesse". Goffredo Swineheard e la teoria del moto rotolante, di ELVIRA LACALINI (Università del Laos)pag.179-219

Prima viene il prima, dopo viene il dopo. La nascita dell'elucubranza nella cultura occidentale, di ROBERT ERWIN ZELTMARKENSTEIN (Oosthuizen Trinity College)pag.220-290

La ricezione dell'elucubranza nella cultura bielorussa contemporanea, di LELE MORA (Università di Casalecchio del Reno)pag.291-400

Perchè se la mucca fa mu il merlo non fa me? Goffredo Swineheard e le origini di una canzone di successo, intervista di GINO LOLLOBRIGIDA (Il macchiato) a STEFANO BELISARI pag.400-404.

Si può parlare di cristianesimo melkita nella cultura dei Sioux?, di ALBERT KRUEGER e SAMANTHA FOX (Università di scienze della navigazione e storia marittima del Lussemburgo)pag.405-429

L'amore fra i leopardi. Pratiche dell'accoppiamento e decodificazione del sentimento del paradosso affettivo secondo la moderna interpretazione dell'uso della pentola a pressione nella cucina afromoldava, lavoro inedito di GOFFREDO SWINEHEARD pag.430-555

Conclusioni di PIERCE BROSNAN (Attore)pag.556-557

ivan manuppelli ha detto...

x neverending nonsense

ma mi hai davvero scritto questa frase? sei sicura? le carte in gioco sono cambiate, belle, ma devo essermi perso una mano.
comunque...il rito di iniziazione del mio basso (farsi schiacciare da una fottuta jeep) era un avvenimento importante da condividere con tutti, quasi quanto il giorno del ringraziamento.
però si può rimediare: vuoi venire con me a portargli dei fiori? così per un attimo potrai anche deporre l'ascia da guerra.

x Vigdis

grazie della segnalazione. Ho letto anche che ci sarà una presentazione del libro a Brooklin. Io non potrò esserci, ma manderò in rappresentanza la mia scimmia addestrata.