martedì 3 marzo 2009

La bieca propaganda di PUCK: intervista a MASSIMO SEMERANO!

"PUCK!" è in procinto di fare la vostra conoscenza a Bilbolbul, Bologna, il 7 e l'8 marzo 2009.
Nel frattempo, solo su queste frequenze, pubblicherò quotidianamente delle brevi interviste ad alcuni degli autori coinvolti in questo folle piano criminale. Chi ha assecondato le manie di grandezza del nano?
Oggi è il turno di Massimo Semerano, una delle firme più poliedriche del nostro panorama, che per il carrozzone degli orrori di "PUCK!" ha riesumato nientepopodimeno che la sua più celebre creatura: il diabolico "Dottor Cifra".


PUCK: Bene, Massimo. Da anni ti trascini questa inquietante presenza che risponde al nome di Dottor Cifra. È una convivenza facile, la vostra?

SEMERANO: Adesso sì... al principio il nostro rapporto era più difficile. Nelle strisce autoconclusive il Cifra non ci voleva proprio stare e infatti una volta mi è scappato... sono dovuto andare a riprendermelo al canile... nelle tavolone a colori di Inferno 1999 si sentiva spiazzato, a disagio. Cifra è un animo anarchico e indisciplinato. Ci siamo separati consensualmente. Lui voleva farsi i cazzi suoi e io non ne potevo più di vedermelo girare per casa. Ora abbiamo buoni rapporti e ogni tanto ci ritroviamo per farci una rimpatriata... una bevuta all'osteria, una rissa e via. Ci vediamo la prossima, restiamo in contatto, non perdiamoci di vista.

PUCK: Quali diabolici meccanismi della mente ti hanno portato a dare alla luce una creatura simile? Quali sono stati i numi tutelari della Patafisica? Il popolo vuole sapere!

SEMERANO: Numi tutelari della patafisica? No, semplicemente Igort voleva pubblicare delle strisce a fumetti sulla rivista Dolce Vita e mi aveva chiesto di fare delle proposte. Mi sono messo a fare degli schizzi... è venuto fuori questo tizio ciccione e mostruoso... in quel periodo la mia stanzetta bolognese era tappezzata di manifesti di film horror. Su una storia di Superboy che avevo letto da piccolo c'era un RoboKattivo telecomandato dagli alieni (!!) che si chiamava Zio Cifra. La cosa era così imbecille che per qualche ragione mi era rimasta impressa. Per un pò sono stato indeciso: Dr.Cifra, oppure Zio Cifra (che tra l'altro avrebbe contenuto oblique Creepyane reminescenze)? Ho chiesto consiglio a Stefano Ricci che passava colà: "Faccio Dr. Cifra o faccio Zio Cifra?" Ricci ha detto: "Fai Dr.Cifra" e io ho fatto Dr.Cifra. Avrò fatto bene? Il popolo sarà soddisfatto?

PUCK: Sul volume "Dr. Cifra Horror Show" (ed. Black Velvet), che raccoglie tutte le precedenti avventure di Dr.Cifra, non è stata però inclusa la storia a colori "Inferno 1999". Beh..di che cosa parlava, questa storia? Sarà mai ristampata?

SEMERANO: Accennavo prima a quella storia. Era una storia fantahorrorgodzillesca con accenni cyber punk. Più punk che cyber come mi rimproverava Onofrio Catacchio. La storia si infilava nel classico formato francese 46paginefullcolor e aveva dei colori pazzeschi, pittorici, molto lunghi da stendere. Cifra mutava (in peggio) dall'inizio alla fine dove si ritrovava definitivamente trasformato in un Arcangelo biomeccanico (bah). A un certo punto l'editore si è stancato dei miei ritardi e mi ha scritto: o mi mandi la storia completa o ti faccio scrivere da un mio amico avvocato. Ho terminato dormendo tre ore per notte... un periodo tremendo. Ho spedito il paccozzo con le tavole e ho dormito. La storia è stata pubblicata. L'editore non mi ha pagato. L'editore non mi ha pagato. L'editore non mi ha pagato. A un certo punto, stanco dei ritardi dell'editore, gli ho scritto: se non mi mandi i soldi che mi devi, ti faccio scrivere da un mio amico avvocato. L'editore mi ha pagato. Qualche tempo fa, c'è stato un certo interesse per una ristampa da parte di Nicola Pesce Editore ma io titubo. Per adesso quella storia sta bene dove sta.

PUCK: Il Dottor Cifra ha fatto la sua comparsa sulle riviste "Dolce Vita" (che chiuse dopo pochi numeri), "Fuego" (di cui si sono perse persino le tracce), "The Artist" (che come le aziende in bancarotta ha dovuto cambiare nome, per continuare a sopravvivere) e ora ha portato la sua vecchia carcassa nello scassatissimo giro di "PUCK!".La domanda è: è Cifra che si sceglie delle compagnie dedite al suicidio editoriale, oppure (non me ne voglia) è lui che porta un po' sfiga?

SEMERANO: Il Dr. Cifra governa il caos! Il fumetto italiano è un macello, un disastro. Cifra, vecchia carogna ci si muove a suo agio, si definisce nel disordine. Le imprese fumettistiche italiane che hanno finito con l'impattare contro un muro di cemento sono molte più di quelle che hai citato e la maggior parte di loro si è suicidata senza bisogno del Cifra. Lui piomba, fa casino e se ne va. Viviamo tutti sull'orlo del baratro.

PUCK: Negli anni abbiamo avuto l'onore di vedere Cifra compiere una invidiabile serie di attività criminose: sventrare un cadavere per cercarne l'anima, estrarre l'intestino di un paziente con i denti, cucinare sorci per una clientela di sottoproletari...Quali saranno le prossime attività illeicte? Le fans attendono, trepidanti.

SEMERANO: Vediamo, al di là del fatto che ultimamente, come ben sai, Cifra ha finito con il chiedere l'elemosina all'angolo di una strada, in questo periodo ha deciso di tentare qualche nuova impresa. So che sta pensando di comprarsi un furgone e di vendere panini con la salsiccia e le cipolle oppure la cotoletta. Praticamente alta cucina. le fans possono cominciare ad aspettarsi un Dr.Cifra Gran Gourmet. Attenzione, però: pare che il suo cuore carbonfossile stia cominciando a ballare la tarantella per una certa attrice...Su un piano di realtà parallelo, Cifra ha deciso di avvelenare l'acquedotto di Gotham City. E' fatto così... è un ragazzo difficile... ha fatto le differenziali e, diciamocelo, col cazzo che si è davvero laureato.

PUCK: Ho l'impressione che Cifra sia un po' la tua valvola di sfogo. Insomma, tu hai una carriera assurda: negli anni hai disegnato e sceneggiato praticamente di tutto, senza mai farti troppe paranoie sui generi... dalle storie autoprodotte fino ad arrivare addirittura ai personaggi giapponesi e a Conan il Barbaro. E Cifra mi sembra un po' la tua creatura più malneabile, che riesci ad utilizzare come ti pare e piace e a riadattare ad ogni situazione. Una scappatoia dalla logica narrativa.Potrebbe ricoprire qualunque ruolo, dal personaggio orrorifico degli inizi alla macchietta comica di adesso, senza mai perdere la sua verve. E' come se lo avessi collaudato a sopportare tutte le tue esigenze narrative del momento. E' solo una mia impressione?

SEMERANO: E' come dici tu, e credo che sia disordinatamente emerso dalle risposte precedenti. Cifra è un personaggio senza un passato o con mille passati e troppi futuri possibili. Praticamente lo disegno diverso ogni volta. Nel volume Dr.Cifra Horror Show la cosa si vede bene. Cifra è un cazzo di personaggio a fumetti, è un disegno!... E siccome lo disegna un tizio (io) mi pare naturale che muti di disegno in disegno! Potrebbe però essere anche un personaggio a cartoni animati o di una collana di libri per bambini devianti. Per lui (e per me) non fa differenza, tanto lui è una merda ed è disposto a qualunque cosa. Mi piace affondare le mani nella materia narrativa e cavarci fuori qualcosa... e lo sai cosa? Mi piacerebbe andare a fare il coglione in strada e raccontare le storie ai passanti davanti a dei tabelloni disegnati e colorati...e 'fanculo le graphic novelz!

PUCK: Un'ultima domanda. Quale futuro editoriale incombe, sulla carcassa del povero vecchio Cifra?

SEMERANO: Puck! Puck! Puck! Puck!Poi una collana di libri per bambini devianti e dei cartoni animati e un manuale di cucina francese. E rifanculo le graphic novelz (che se però gli fanno vendere qualche copia in più, allora va bene pure loro).Augh!

3 commenti:

sergio ponchione ha detto...

vogliamo Inferno 1999

ivan manuppelli ha detto...

già, il popolo vuole Inferno 1999!

Anonimo ha detto...

Il popolo pensi a fare le rivoluzioni che è meglio.
Il Cifra
p.s. ci vediamo sabato