venerdì 17 luglio 2009

Il ritorno di PRECARY MAN!

Accade che ci si dimentichi di qualche creatura, ogni tanto. E che poi qualcuno (Emiliano Rabuiti) ti telefoni a casa per chiederti di riesumarla dal tuo personale cimitero di china e rimetterla in sesto come ai bei tempi andati.
È quanto mi è successo con il personaggio di Precary Man - il primo supereroe precario.

L'unico paladino della giustizia a tempo determinatissimo apparve la prima volta nel lontano 2005 su "Vite Precarie", una delle prime antologie di denuncia sociale partorite dall'infallibile coppia Emiliano Rabuiti e Claudio Calia.

E adesso, dopo 4 anni di umiliazioni sottopagate e rapide scivolate nella scala sociale, il vostro beniamino torna esclusivamente per voi nella nuova antologia "Sherwood Comix - Immagini che producono azioni", edita da Nicola Pesce Editore con la collaborazione di Radio Sherwood.
Ci troverete sia la vecchia storia "Precary Man contro Doktor Nervino" che la nuovissima "Precary Man alle prese con il diabolico Dr. Mortheneimer".

In quali nuove minacce sovrumane si imbatterà il nostro eroe? Quali mefistofelici criminali minacceranno la sua già incerta posizione sociale? E soprattutto: esiste mai un limite al peggio?

Lo scoprirete solo su:

SHERWOOD COMIX -

IMMAGINI CHE PRODUCONO AZIONI

a cura di Claudio Calia e Emiliano Rabuiti

prefazione di Luca Casarini

Copertina col. con alette 304 pp.
b/n
18,00 euro - Nicola Pesce Editore / Radio Sherwood

" Sherwood Comix - immagini che producono azioni è la sesta antologia promossa da Radio Sherwood, la storica radio libera padovana che dal 2004 dedica nell'ambito del suo popolare festival estivo un volume monografico a fumetti dedicato alle iniziative e temi caldi dei movimenti, contro la guerra, il razzismo e le intolleranze di tutti i giorni. 50 autori hanno voluto contribuire con le loro storie a disegnare una mappa del fumetto indipendente italiano, da alcuni che abbiamo saputo apprezzare in questi anni sulle pagine di diverse autoproduzioni, da Ernestvirgola a Self Comics, dai SuperAmici a Lamette a Puck e tanti altri, ad autori che animano il mondo del fumetto da edicola e libreria, tra cui Paolo Bacillieri, Sergio Ponchione, Massimo Semerano e Paolo DiOrazio, passando per i contributi di chi partecipa alle esperienze di piccole ma preziose case editrici indipendenti come BeccoGiallo, Black Velvet, Coniglio Editore, Purple Press e la stessa Nicola Pesce Editore che ospita il progetto in questo volume conclusivo. Un voluminoso libro che saprà farvi apprezzare contiguità e differenze tra stili e modi di raccontare, affermando se ancora ce ne fosse bisogno che il fumetto non ha limiti e può affrontare ogni argomento che ci propone il mondo che ci circonda, a partire da suggestioni e commenti per cambiarlo e migliorarlo. 300 pagine che costituiscono una fondamentale antologia del fumetto indipendente italiano, a cura di Claudio Calia e Emiliano Rabuiti, impreziosita da una prefazione di Luca Casarini (scrittore del socialnoir La parte della fortuna, Mondadori 2008, oltre che noto esponente del mondo dei centri sociali)."

2 commenti:

Bastian ha detto...

Ho letto la tua storia su Sherwood ComiX: eccezionale come sempre. Come ti avevo già scritto in passato se mi mandi un trafiletto su Puck! te lo pubblico su comic-soon (info@comic-soon.com). Sei un grande! Complimenti ancora per il blog. A Rimini ( o a Lucca) devo requisire un'altra copia di Puck e anche il mitico Lamette dell'altrettanto mitico Simon Lucciola. A presto e fammi sapere. Magari anche se vuoi entrare in Comic Soon.

ivan manuppelli ha detto...

ciao, Bastian!
grazie per tutto, eh.
ti scrivo quanto prima, ora sto nei guai con il lavoro...riuscirò mai una volta nella vita ad essere in anticipo?
Beh...ci sentiamo presto

p.s. A Rimini Puck non ci sarà, ma a Lucca probabilmente sì.