domenica 22 luglio 2007

ROOBENEIZER & ROOMSFIELD


In questo amazzonico clima metropolitano, ecco scongelate due vecchie glorie del passato.

14 commenti:

kuzu ha detto...

Caro Hurricane

la lunga pena della malattia mi ha lasciato vivo e sono di nuovo tra voi intrappolati dal presente e mi godo la mia sarzana
ne sai qualcosa tu che ancora fai il vagabondo in amore
è per questo che hai usato il tranello del cd? per marcare stretto Linda
inconsapevole compagno
arrivederci sarzana

kuzu

Alby ha detto...

..siete tutti dei gran finocchi...

Armin Barducci ha detto...

Ivan Ivan, come te la passi?

Armin.

ivan manuppelli ha detto...

ciao, Armin.
tutto bene, grazie. sono in puglia, a riposare il cervello e a bere rum con gli amici.
stammi bene, e salutami i tuoi monipodiaci.

Anonimo ha detto...

FUORI ORA LAMETTE 5! SPECIALE SPAGHETTI PER VOI BASTARDI

Per gli estimatori, i collezionisti e i detrattori del comic book più rozzo d'Italia sul punk e sulla cultura autodistruttiva degli sporchi giovani, ecco a voi il nuovo numero antologico, probabile preludio a una serie di monografie. 64 pagine b/n stampate meglio che mai e copertina plastificata a colori. Ivi troverete: la prima e unica intervista ai BASTA (italian Oi! legend) da 25 anni a questa parte; una chilometrica intervista al 5# Braccio, con derive su Negazione, Declino e Jester Beast; fumetti inediti e illustrazioni inedite di Sbrock, Akab, Simone Lucciola, Ratigher, Paper Resistance, Nicoz, Stefano Zattera, Maicol & Mirco, SS-Sunda, Silvano, Dr. Pira, Hurricane Ivan e Johnny Grieco (quest'ultimo con materiale vintage di diretta generazione '80). Prezzo di copertina invariato: 5 euri più spese postali, 3 più spese per le distribuzioni (ordine distro minimo: 5 copie). Accettiamo naturally anche Paypal e ricarica Postepay.
Per ordinare la vostra brava copia, scrivete qua: roco@postino.it
E per chi quel giorno non c'era, CATALOGO LAMETTE COMICS mit SCHEDE AUTORI
A breve giro l'elenco dei distributori, vergato col sangue.

www.lamette.it

Roobeneizer & Roomsfield ha detto...

Diamine!
Nessuno che ha speso una parola, una dico una, riguardo alle vicissitudini capitateci or ora nei pressi di Tupelo.
I giornali ne parlano, i clienti si scaldano, e le donne si riempiono di pallore.
Ma dove sono finiti i bei tempi di ieri?
Ah, quanto è dura la vita degli impresari teatrali!!!

a k a bhitc ha detto...

belli questi.

sei in milano??
appena puoi ti fai vivo che parlisamo un po di stop motion..
a ri ga to
a k a b

Maurizio Ercole ha detto...

Dove sei sparito vecchio uragano?

ivan manuppelli ha detto...

x Akab

no, non ancora. torno a fine mese. poi okay...troviamoci e ne parliamo. il vecchio studio che ti dicevo, la cantina in chinatown, si è allagato. porca troia.
appena torno mi faccio vivo.
contento ti piaccia il duo. spero di riesumarlo nuovamente

x Maurizio Ercole

sono in puglia. vacanza completa a fare un cazzo. quando torno ci sentiamo. belle le tue ultime cose sul blog.

Hugo Chavez ha detto...

Vorrei salutarla e mandare un saluto a tutti gli americani che stanno guardando e ascoltando questo programma. Ero un bambino di campagna delle pianure del sud del Venezuela, provengo da una famiglia molto povera. Sono cresciuto in una casa costruita con alberi di palma e pavimento in terra.
In seguito i miei fratelli ed io fummo abbastanza fortunati da potere studiare. Eravano sei fratelli. Mio padre e mia madre erano entrambi insegnati. Ci inculcarono l’importanza degli studi. Ma su 100 bambini del mio paese, 99 non andavano a scuola. Questa era la povertà, i contadini più poveri.
Più tardi, diventai un giovane atleta. Stavo dicendo ad un amico di San Francisco che uno dei miei più grandi sogni era diventare un lanciatore dei San Francisco Giants. Ho giocato molto a baseball. Era una mia passione.
Dipingevo. Volevo essere un pittore. Cantavo. Canto ancora qualche volta. Dipingo ancora qualche volta. E a volte gioco ancora a baseball.
Poi però, quando avevo 16 anni divenni un soldato. Inizialmente non perché avessi una vocazione militare, ma perché per un giovane provinciale di povere origini era l’unico modo per poter andare nel centro del paese: attraverso il baseball, che era il mio sogno.
Ma mi piacque l’esercito. E divenni un soldato patriota. E questo è essenzialmente ciò che sono, un soldato patriota.

Goffredo Swineheard ha detto...

Il timore di essermi perso numerosi messaggi da parte del caro HurricaneIvan ha fatto sì che mi ricoverassi dal dott. Lynnflynnster che mi ha sapientemente rimesso in sesto. Quale gioia ora nel constatare che posso ripartire come se non mi fossi mai assentato...Ebbene sì, sono stato in ritiro spirituale coi miei amici neodruidi sulle colline attorno a Thorshavn, nelle isole Faer Oer. Abbiamo passato quattro settimane seppelliti nell'erba fresca nutrendoci solo di acqua piovana di insetti che capitavano a portata di bocca, di miele che le leggiadre api depositavano sulle nostre lingue,e, manco a dirlo, di elucubranti riti di pacificazione col mondo suburbantestitticosoloporotidocritiy (neologismo di mia invenzione che sta per "ambientale"). Uno di questi consisteva nell'emettere per due ore e mezza il grido di rijikistipiiiiiirulurottorirrrrrrr, che poi è il verso degli scoiattoli faroesi, il tutto per far sì che i fratelli della natura zooica caudati assai ci portassero spontaneamente quelle primizie gusciate che sogliono utilizzare per la loro interendica nutrizione: nocciole, ghiande, nonchè i famosi carrubbi faroesi. In cotal modo la pace zenzerata del pleistocene è tornata a regnare nelle menti di una decina di uomini spirituali che si sono riuniti nei boschi per elucubrare col globo terrestre.
A presto HurricaneIvan

x Alby

Finocchi?? Da quando usi tali verba figliolo?

alby ha detto...

Caro Goffredo, evidentemente è un impostore che si fregia della ia identità per ignoti obiettivi. Ti piace la mia risposta?

Ciao Ivan, io sono a Milano, quano rientri fammelo sapere che dobbiamo baffare.

Goffredo Swineheard ha detto...

Lo sospettavo o mio lontano adepto, lo sopspettavo. Tali parole non si incuneano alla perfezione nel tuo stile di linguaggio.
Discreta risposta anche se un po' scivolariella direi...
Ciao Alby, e che la pace monastica invada i tuoi villi intestinali rimanendovi per l'eternità...

ivan manuppelli ha detto...

Toh, è tornato Goffredo Swineheard!!!
Oggi mando il fido Uomo Lineolum a spedirti un paio di casse di champagne!